L’applicazione precoce di bevacizumab prima della vitrectomia nella retinopatia diabetica severa è vantaggiosa

 

SURGICAL RETINA Nuevo Leon – mechentel news – Presso l’Instituto de la Vision dell’Hospital La Carlota di Nuevo Leon, Messico, J Castillo et al. hanno condotto uno studio per determinare l’intervallo ottimale delle applicazioni pre-operatorie di bevacizumab intravitreo (IVB) in pazienti diabetici sottoposti a vitrectomia via pars plana (PPV), in presenza di severe manifestazioni di una retinopatia diabetica proliferativa (PDR) attiva. Lo studio clinico randomizzato ha coinvolto 156 pazienti con complicanze da PDR, che avevano reso necessaria la PPV. I partecipanti allo studio sono stati randomizzati in due gruppi di trattamento: il gruppo A ha ricevuto IVB (2,5 mg/0,1 ml) 1 – 3 giorni prima della PPV, mentre il gruppo B ha ricevuto IVB (2,5 mg/0,1 ml) già 5 – 10 giorni prima della PPV. Il parametro target primario era l’acuità visiva corretta al meglio (BCVA) dopo 6 medi di follow-up. Gli endpoint secondari erano il tempo operativo intra-operatorio, le complicanze intra-operatorie e post-operatorie e l’incidenza della PPV non programmata dopo 6 mesi di follow-up. Complessivamente, 125 probandi si sono sottoposti a una PPV e hanno concluso il periodo di 6 mesi di follow-up. I pazienti del gruppo B hanno avuto una migliore BCVA finale (p = 0,033) e hanno sviluppato meno probabilmente una complicanza post-operatoria (p = 0,018) rispetto ai pazienti del gruppo A. La differenza media nella BCVA finale tra i gruppi è stata di 0,22 logMAR (intervallo di confidenza 95%: 0,02 – 0,43; p = 0,017). Nel gruppo A, è stato 3,90 volte più probabile (intervallo di confidenza 95%: 1,08 – 17,31; p = 0,046), presentare una perdita di 1 o più righe logMAR nella BCVA finale, rispetto al gruppo B. Non si sono messe in evidenza differenze significative tra i gruppi di trattamento riguardanti i parametri iniziali, il tempo operativo, le complicanze intra-operatorie e l’incidenza della PPV non programmata durante la conduzione dello studio. Nel numero di novembre dell’American Journal of Ophthalmology, gli autori spiegano che questo studio clinico randomizzato ha presentato risultati post-operatori migliori dopo 6 mesi, quando i pazienti ricevevano IVB già 5 – 10 giorni prima della PPV per il trattamento delle complicanze da PDR, rispetto a soli 1-3 giorni prima. (mm)

Autori: Castillo J, Aleman I, Rush SW, Rush RB. Corrispondenza: Ryan B. Rush, Southwest Retina Specialists, 7411 Wallace Blvd, Amarillo, TX 79106. E-mail: Ryanbradfordrush21@hotmail.com Titolo: Preoperative Bevacizumab Administration in Proliferative Diabetic Retinopathy Patients Undergoing Vitrectomy: A Randomized and Controlled Trial Comparing Interval Variation. Fonte: Am J Ophthalmol. 2017 Nov;183:1-10. doi: 10.1016/j.ajo.2017.08.013. Web http://www.ajo.com/article/S0002-9394(17)30347-1/abstract

7. Januar 2018