Fachverlag und Nachrichtenagentur

Rappresentazione ben riuscita delle fasi di un edema maculare cistico associato a uveite

Basilea/Vienna – mechentel news – anche nel caso di ricaduta di un edema maculare cistico (CME) non è subentrato un distacco puntiforme della retina (SRD) è quanto afferma il Dr. M. R. Munk dell’Istituto di oftalmologia dell’Università di medicina di Vienna. Ventinove occhi predecentemente sottoposti a un trattamento per uvCME sono stati visitati e, dopo la somministrazione di triamcinolone acetonide per iniezione intravitreale, sono stati sottoposti a osservazione per un periodo da 3 a 5 mesi. Con l’ausilio di una tomografia a coerenza ottica si sono potuti descrivere il decorso e il processo di guarigione di CME associata a uveite. Misurando e analizzando ripetutamente le variazioni, si sono identificati i referti morfologici come fattori adeguati a pronosticare l’esito del trattamento. All’inizio dello studio l’89,3% degli occhi presentava una CME focale; il 65,6% avevano cisti nello strato della guaina esterna (strato di Henle) e nello strato retinico interno. Dopo la somministrazione del triamcinolone acetonide per iniezione intravitreale le cisti presenti nello strato di Henle si sono ridotte più rapidamente di quelle dello strato retinico interno (p = 0,0004). Distacco della retina con infiltrati puntiformi (SRD – small-pointed subredital detachment) accompagnato da cisti nello strato interno con residuo di una risoluzione SRD a cupola (p = 0,014). Una ricaduta della CME è subentrata nel 71,4% degli occhi con cisti parafoveali degli strati retinici interni. Le cisti degli strati esterni / strato di Henle sono subentrate inoltre nel 28,6% dei casi. Le variabili degli effetti collaterali, come la durata della CME, l’età o l’insediamento di uveite non hanno avuto ulteriori influssi sul miglioramento dell’acuità visiva. Il risultato dello studio, pubblicato nell’edizione di aprile della rivista pecializzata “Retina”, dimostra che è stato possibile descrivere lo sviluppo e la risoluzione degli edemi maculari cistici collegati a uveite (uvCME) con l’ausilio della tomografia a coerenza ottica ad alta risoluzione e trovare fattori che possano pronosticare una terapia efficace con iniezioni intravitreali di triamcinolone acetonide.

Autori: Munk MR, Bolz M, Huf W, Sulzbacher F, Roberts P, Simader C, Rückert R, Kiss CG. Corrispondenza: *Istituto, Austria, Istituto delle teorie di statistica e probabilità, Università tecnologica di Vienna, Austria; e ‡Scicogra.de – consulenza scientifica, grafici e design; Basilea, Svizzera.; Studio: Valutazione morfologica e funzionale durante il processo di sviluppo, di risoluzione e ricaduta di un edema maculare associato a uveite (uvCME). Fonte: Retina. Aprile 2013; Web: http://journals.lww.com/retinajournal/Abstract/publishahead/Morphologic_and_Functional_Evaluations_During.98705.aspx

© 2022  mechentel medizin
Fachverlag und Nachrichtenagentur