Fachverlag und Nachrichtenagentur

Prevenzione della ri-ostruzione della dacriocistorinostomia esterna con la tecnica «delle tre componenti»

LIDS Nagakute – mechentel news – Nel numero di settembre 2016 di Graefes Arch Clin Exp Ophthalmol, H. Kakizaki e il suo team hanno dimostrato che la tecnica delle 3 componenti nella dacriocistorinostomia esterna non provoca recidive di ostruzione del canale nasolacrimale e appare come una tecnica molto utile in termini di qualità della vita e di costi. Lo studio era retrospettivo. L’analisi iniziale si è focalizzata sull’esame del sito di osteotomia nelle recidive, che poi sono state trattate mediante la tecnica delle tre componenti. I risultati sono stati considerati tra l’altro come un successo in assenza di lacrimazione, in assenza di reflusso durante l’irrigazione lacrimale. (mm)

Autori: Kakizaki H1, Kitaguchi Y2, Takahashi Y2, Mupas-Uy J2, Mito H2,3., Corrispondenza: 1Department of Oculoplastic, Orbital & Lacrimal Surgery, Aichi Medical University Hospital, 1-1 Yazako-Karimata, Nagakute, Aichi, 480-1195, Japan. cosme@d1.dion.ne.jp., 2Department of Oculoplastic, Orbital & Lacrimal Surgery, Aichi Medical University Hospital, 1-1 Yazako-Karimata, Nagakute, Aichi, 480-1195, Japan.
3Ide Eye Hospital, Yamagata, Japan., Studio: Prevention of re-obstruction in watery eye treatment: three-flap technique in external dacryocystorhinostomy., Fonte: Graefes Arch Clin Exp Ophthalmol. 2016 Dec;254(12):2455-2460. Epub 2016 Sep 2., Web: http://link.springer.com/article/10.1007%2Fs00417-016-3490-z

© 2022  mechentel medizin
Fachverlag und Nachrichtenagentur